Paragone fuori dal M5S: «Espulso dal nulla»

La decisione dei probiviri Andreola, Berti e Dadone non è stata una sorpresa. Il giornalista aveva votato contro la manovra

Il Collegio dei Probiviri, composto da Raffaella Andreola, Jacopo Berti e Fabiana Dadone, ha deciso di espellere dal Movimento 5 Stelle il senatore Gianluigi Paragone. Il voto in difformità dal proprio gruppo parlamentare, nel caso del giornalista sulla manovra finanziaria, è stato citato come la principale motivazione.

L’espulsione di Paragone, che aveva preventivamente annunciato che avrebbe fatto ricorso, può essere letta anche come un segnale lanciato agli altri dissidenti del Movimento 5 Stelle. Il senatore da tempo aveva polemizzato pubblicamente con il Movimento, in particolare contro Luigi Di Malo.

Sulla sua pagina Facebook, l’ormai ex senatore grillino ha postato un foglio con su scritto a penna: “Sono stato espulso dal nulla… C’era una volta il 33%. Ora…”.

(Ph Imagoeconomica)

Tags: