La “Regata delle Befane”

Lunedì 6 gennaio si rinnova l’appuntamento a Venezia, giunto alla 42a edizione

Lunedì 6 gennaio si rinnova l’appuntamento con la tradizionale “Regata delle Befane

Tutto pronto per la 42esima edizione della “Regata delle Befane”, storica gara su mascarete nata nel 1978 dall’intuizione di due soci storici della Reale Società Canottieri Bucintoro asd, Nino Bianchetto ed Enzo Rinaldo, che per dimostrare la loro abilità nella voga si sfidarono in una competizione di velocità in Canal Grande, il giorno dell’Epifania.

La manifestazione, patrocinata dalla Regione del Veneto e dal Comune di Venezia, oggi è diventata uno degli appuntamenti più attesi dai cittadini e dai turisti, oltre che dal folto numero di appassionati di voga. Come ogni anno la competizione vedrà fronteggiarsi cinque soci over 50, ognuno sulla sua mascareta “coa scoa”, immancabilmente vestiti da befana. Le imbarcazioni saranno “scortate” da altre barche a remi con sostenitori al seguito, ma a bordo ci saranno anche Babbi Natale e Befane che faranno da sfondo alla competizione.

Anche per l’edizione 2020 il ruolo di giudici di gara è stato assegnato ai campioni del remo, i fratelli Giuseppe e Palmiro Fongher, mentre lo speaker Paolo Levorato intratterrà il pubblico presentando le befane alla partenza e commentando lo svolgimento della gara.

Il percorso sarà lo stesso delle ultime edizioni: la regata partirà all’altezza della Banca d’Italia, poi giro del “paleto” nei pressi del Rio di San Polo e infine il ritorno verso Rialto.

Il corteo delle barche sociali accompagnerà le befane finaliste sul campo di regata e trasporterà la calza gigante, simbolo dell’evento, che sarà successivamente appesa al Ponte di Rialto. Sulla Riva del Vin le Pink Lioness in Venice dispenseranno cioccolata calda, tè, vin brulè, caramelle e dolcetti a grandi e piccini.

Gli sfidanti della 42edizione della “Regata delle Befane” saranno:

Francesco Guerra – Malaga Befana in carica
Veneziano, classe 1963, nella vita professore di topografia e cartografia allo IUAV di Venezia, trae il suo soprannome dalla sua passione per il gelato alla malaga.
Mascareta arancione
Riccardo Romanelli – San Vio
Triestino di nascita ma veneziano d’adozione, classe 1963, di professione architetto, trae il suo soprannome per il fatto di essere stato in passato molto attivo nell’organizzazione delle numerose iniziative e attività culturali che si tenevano in Campo San Vio.
Mascareta marrone
Sandro Inchiostro – Saccarosio
Veneziano di nascita ma trentino d’adozione, classe 1959, trae il suo soprannome dalla professione che svolge nella vita: medico eccelso specializzato in diabetologia.
Mascareta gialla
Marco Menegatti – Plastega
Vicentino di nascita ma veneziano d’adozione, classe 1966, di professione architetto, trae il suo soprannome per il suo animo “green” e per la sua repulsione per le bottigliette di plastica monouso che giravano per la sede della Bucintoro, che grazie a lui è diventata “Plastic Free”.
Mascareta verde
Francesco Casellati – Piombo
Veneziano, classe 1964, avvocato, trae il suo soprannome perché generalmente comunica la medesima cosa agli amici più e più volte, i quali non mancano mai di ricordargli quant’è “pesante”.
Mascareta bianca

Questo il programma completo dell’evento:

ORE 8.30 Vestizione delle Befane nella sede di RSC Bucintoro ai Magazzini del Sale alle Zattere.
ORE 9.30 Partenza del corteo acqueo delle barche sociali che accompagnano le cinque maranteghe contendenti a bordo delle loro mascarete “coa scoa”, sul campo di regata in Canal Grande.
ORE 10.30 Arrivo del corteo a Rialto, con intrattenimento musicale e esposizione della calza gigante, giocoso simbolo dell’evento.
ORE 10.45 Presentazione al pubblico delle maranteghe e sorteggio dei numeri d’acqua.
ORE 11.00 Partenza della Regata nelle acque prospicienti la Banca d’Italia verso S. Angelo con giro del ‘paleto’ (boa volante o imbarcazione) nei pressi del Rio di San Polo, e ritorno verso Rialto.
0RE 11.15 Arrivo sotto la volta del Ponte di Rialto.
ORE 11.30 Incoronazione della “BEFANA 2020” e premiazioni.

Cerca altre idee per il TEMPO LIBERO

(Ph Venice Pictures – Facebook)