Paragone espulso, Sgarbi: «M5S caccia chi sa pensare»

Il critico d’arte ne è certo: «Quando si accorgono che tra di loro c’è, incredibilmente, qualcuno che sa usare il cervello lo buttano fuori»

Gianluigi Paragone fuori dal Movimento 5 Stelle. Senza motivo, secondo il diretto interessato che sui social scrive: «Sono stato espulso dal nulla». Una motivazione del tutto personale la dà Vittorio Sgarbi che su Twitter scrive: «Quando si accorgono che tra di loro c’è, incredibilmente, qualcuno che pensa, lo cacciano».

Paragone aveva criticato più volte il suo partito e il leader Luigi Di Maio e non aveva votato in aula la legge di Bilancio.

(ph: imagoeconomica)

Tags: