Gatto imbottito di petardi e fatto esplodere: scatta la denuncia

L’episodio è avvenuto a Capodanno a Brindisi. I responsabili rischiano fino a 2 anni di carcere

“Stamane (ndr: ieri, venerdì) ho sporto denuncia querela per le sevizie inflitte a quel povero gatto che ho ribattezzato ” Joy ” affinché non venga dimenticato nella sua identità e diritto alla vita violata”. Così su Facebook la portavoce dell’Aidaa Antonella Brunetti che prosegue: “Spero che la magistratura, che ha definito l’accaduto frutto di menti deviate, mantenga questa linea per l’individuazione del/i colpevole/i”.

Brunetti fa riferimento a un episodio avvenuto nella sua città, Brindisi, la notte di Capodanno. Le foto del corpo del micio con la coda staccata a causa di petardi, sono state pubblicate sui social e sono ben presto diventate virali, provocando l’indignazione generale.

L’uccisione di animali, in diritto penale, è il reato previsto dall’art. 544-bis del codice penale ai sensi del quale: «Chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona la morte di un animale è punito con la reclusione da 4 mesi a 2 anni

Tags: