Veneto Banca, indagine chiusa: «Disegno criminoso»

I sostituti procuratori di Treviso Massimo De Bortoli e Gabriella Cama hanno chiuso le indagini sul crac di Veneto Banca e formulato l’accusa nei confronti di 6 indagati, tra cui l’ex ad Vincenzo Consoli (in foto): «Associazione a delinquere finalizzata alla truffa».

Secondo la procura gli indagati sapevano dei titoli sopravvalutati senza motivo, ceduti a prezzi superiori anche del 40% rispetto alle stime, a partire almeno dal 2012. Un danno complessivo che ammonterebbe a più di 107 milioni di euro.

(Fonte: TgR)

(Ph. Imagoeconomica)

 

Tags: ,