Ieg, piano da 50 milioni per Vicenza: «Il pubblico paga la metà»

L’interno del quartiere fieristico verrà riqualificato in modo radicale. Aggiunti anche futura fermata della Tav e nuovi posti auto. Rucco: «Prendo atto»

Il sindaco e presidente della Provincia Francesco Rucco, insieme alla vicepresidente della Provincia Cristina Franco, ha preso parte oggi pomeriggio in fiera a un incontro con i vertici di IEG sul tema dei nuovi investimenti per il quartiere fieristico di Vicenza. Erano presenti il presidente di Ieg Lorenzo Cagnoni, il nuovo amministratore delegato Corrado Peraboni, il presidente della camera di commercio Giorgio Xoccato e l’amministratore unico di Vicenza Holding Primo Ceppellini.

Ieg ha presentato un nuovo progetto che contiene alcuni elementi del precedente, ma che va ad interessare non solo il perimetro interno del quartiere fieristico, da riqualificare in modo radicale, ma anche zone esterne, come quella relativa alla futura fermata della Tav e nuove area per la creazione di posti auto. Il nuovo piano di investimenti sarebbe pari a circa 50 milioni di euro, di cui 26 milioni a carico di Ieg e il resto da suddividere tra Comune, Provincia e Camera di Commercio.

«Abbiamo preso atto della nuova proposta – ha dichiarato Rucco al termine dell’incontro – , molto diversa dalla precedente sia per contenuti che per costi. Rilevo aspetti interessanti finalizzati ad aumentare l’attrattività della fiera, ma allo stesso tempo evidenzio anche alcuni elementi che richiedono studi approfonditi. Sull’intero piano sarà poi doveroso prevedere i necessari passaggi politico istituzionali».