Sessismo al Grande Fratello, Signorini manda Salvo e compagni in centro antiviolenza

L’ex concorrente si è scusato: «Volevo fare il pagliaccetto». Alberti: «E’ stato uno stupro verbale»

“Pensavo di fare il simpatico, di far ridere i miei compagni, ma non  intendevo offendere nessuno e sono qui per chiedere scusa a tutti quelli che ci guardano da casa, a tutto il genere femminile perché io sono uno che combatte da sempre la violenza in ogni maniera. Voglio chiedere scusa alla ragazza per le mie battute ma, ripeto, io stavo scherzando”.

Così Salvatore Veneziano in collegamento dalla ‘glass room’ dopo la sua squalifica dal ‘Gf Vip‘ per le sue affermazioni sessiste su Elisa De Panicis. Alfonso Signorini ha aperto la terza puntata del reality di Canale 5 con il ‘caso Salvo’ dando la possibilità all’ex gieffino di scusarsi: ”Dobbiamo sdoganare l’immagine di una donna vittima troppo spesso di luoghi comuni orribili, di pregiudizi schifosi, ottusi e maschilisti – ha sottolineato il conduttore all’inizio della puntata – Non si può più tollerare che nel 2020 si sentano ancora schifezze del genere anche al
‘Grande Fratello”’.

”Ho buttato un po’ di ironia in più su quello che stavo dicendo – ha proseguito Salvo – non mi sono reso conto che venivo ripreso 24 ore su 24, ho sbagliato, sono qui per chiedervi scusa, ho creato diversi problemi anche alla mia famiglia, e ai miei figli, soprattutto a mia figlia e questo mi addolora molto”.

“E’ stata aggressività pura – ha commentato Barbara Alberti, ospite del programma – è il preludio allo stupro, è una specie di stupro verbale. I maschi sono ancora molto frustrati per cui una ragazza bella e libera come Elisa invece di suscitare ammirazione suscita violenza. Stiamo pagando molto cara la nostra emancipazione”.

Signorini ha chiesto a Salvo e ad altri tre concorrenti (Pasquale, Patrick e Sergio) di confrontarsi con tre donne protette in un centro antiviolenza, e di ascoltare le loro storie. Tutti hanno accettato, tranne uno, Pasquale, che si è dissociato.

 

Tags: