La valle delle sfingi nel Parco della Lessinia

La civiltà cimbra o tzimbar in Lessinia è riconoscibile nelle antiche contrade che paiono punti di una mappa, labirinti di pietra naturale e tratturi che costruiscono reti e legami, segni di un passato che rivive nelle tradizioni, nei luoghi e nelle architetture.

Le associazioni Meeters e Meeters Veneto organizzano per sabato 15 febbraio un’escursione per ammirare “la valle delle sfingi nel parco della Lessinia”. «Ci lasceremo stupire dal lavoro millenario degli elementi sulla pietra, cammineremo lungo tratturi lastricati, testimonianza del duro lavoro dell’uomo e ci addentreremo in questi borghi di pietra in cui ammirare testimonianze preziose di un’architettura vernacolare – spiegano gli organizzatori -. Luoghi dove i racconti si intrecciano e narrano di fate ed orchi, tra questi, si apre il Vajo del Brutto che oggi è più noto come la Valle delle Sfingi, un angolo tra natura e mistero».

«Un ambiente naturale dove grosse pietre monolitiche si ergono come sfingi e tra immagini cariche di suggestione sarà divertente scoprire facce ed espressioni antropomorfe, folgorate nella roccia. Tra malghe sperdute, faggete incantevoli e contrade affascinanti, saliremo lungo sentieri di pietra, per contemplare dall’alto il grande orizzonte che spazia dalla laguna veneta all’Appennino Emiliano».

 

Tags: ,