Oggi è il giorno più triste dell’anno. Ecco perché

Oggi, lunedì 20 gennaio, è il blue monday, il giorno più triste dell’anno. Ma perché proprio oggi? Che il lunedì sia il peggiore giorno della settimana, è un dato ormai assodato e proverbiale, dato che si fa fatica a riprendere i ritmi il lavoro dopo gli ozi del weekend. Un fatto cantato anche da Vasco Rossi e Bob Geldof, che intitolò proprio “Non mi piacciono i lunedì” la sua canzone dedicata a una strage commessa in una scuola (indovinate in che giorno?).

Blu Monday è anche il titolo di una famosa canzone anni ’80 dei New Order, gruppo nato dalle ceneri dei Joy Division, il cui cantante, Ian Curtis, si è suicidato. Nel 2006 lo psicologo Cliff Arnall dell’università di Cardiff, coniò e divulgò l’espressione “blu monday”, che significa lunedì triste, dopo aver elaborato un calcolo matematico pensato per aiutare le compagnie di viaggio a capire quale fosse il giorno migliore per le vendite, in cui le persone avevano più voglia di spendere e viaggiare, perché quando sono di cattivo umore tendono a prenotare un viaggio. In inglese blue significa triste e in psicologia il blu è un colore associato a malattie mentali quali follia e depressione.

Arnall disse di avere escogitato la data per aiutare le compagnie di viaggio ad analizzare la tendenza dei loro clienti, osservando come questi ultimi siano più propensi a prenotare un viaggio quando si trovano in uno stato di profondo malumore. I fattori da lui considerati includono le condizioni meteorologiche, la capacità di fronteggiare i debiti accumulati, il tempo trascorso dal Natale, il fallimento dei propositi che si erano prefissati con l’inizio del nuovo anno, i bassi livelli di motivazione e la sensazione di una necessità di agire. Una disequazione usata da Arnall nel 2006 era la seguente:

{\displaystyle {\frac {(C\times R\times ZZ)}{((Tt+D)\times St)}}+(P\times Pr)>400}{\displaystyle {\frac {(C\times R\times ZZ)}{((Tt+D)\times St)}}+(P\times Pr)>400}
dove

Tt = tempo di viaggio;
D = ritardi;
C = tempo speso in attività culturali;
R = tempo speso rilassandosi;
ZZ = tempo speso dormendo;
St = tempo speso in uno stato di stress;
P = tempo speso a preparare i bagagli;
Pr = tempo speso nella preparazione.

Solitamente il blu monday cade il terzo lunedì del mese di gennaio, ma anche il secondo o il quarto. Il primo blu monday ufficiale fu il 24 gennaio 2005. Ma non disperate: Arnall ha calcolato anche il giorno più felice dell’anno, che cade dal 18 al 24 giugno.

(In foto Scena dal film Mr Beaver Ph Medusa Film)

Tags: