«Palazzetto ai Pili, per Brugnaro serve ai veneziani? C’è conflitto d’interessi»

«I cittadini vogliono veramente un palazzetto (e tutto il business commerciale e ricettivo che si porta appresso) a ridosso di un’area industriale di natura delicatissima? Vogliono assecondare gli interessi, conflittuali e indifferenti al vero bene pubblico, di un sindaco che non si mette in discussione, che si è tolto definitivamente la maschera e brandisce il progetto dei Pili come una bandiera sotto cui la città dovrebbe stringersi?». Giovanni Andrea Martini, candidato sindaco a Venezia nell’area di centrosinistra e presidente della municipalità centro storico, attacca l’attuale sindaco Luigi Brugnaro sull’area dei Pili, che dovrebbe diventare il palazzetto dell’Umana Reyer basket, squadra di proprietà dello stesso primo cittadino.

«I Pili, discarica radioattiva a cielo aperto, vengano bonificati, a spese del proprietario, sia chiaro, e trasformati in parco/bosco urbano, a creare una fascia di rispetto verde tra la via di accesso alla città storica e l’area industriale (che ospita impianti di raffinamento e depositi di carburanti). Di questo ha bisogno la città – incalza Martini in una nota -.
Per il palazzetto altre soluzioni sono percorribili, nonostante il sindaco in carica, sindaco, proprietario dei terreni, proprietario della squadra di basket, proprietario di azienda che fornisce manodopera,  affermi (e come potrebbe essere diversamente?) il contrario».

(Ph Facebook – Giovanni Andrea Martini)

Tags: ,