L’assist di Mihajlovic: «Tifo Salvini, mi ispira fiducia»

Il tecnico del Bologna: «Sono in Italia dal 1992 e la trovo peggiorata. Lui è uno che quando dice qualcosa la realizza. E il fare è sempre più raro nei nostri tempi»

«Tifo per Matteo Salvini e spero che possa vincere in Emilia-Romagna con Lucia Borgonzoni». Queste le parole del tecnico del Bologna, Sinisa Mihajlovic in un’intervista a Il Resto del Carlino. «Io posso solo dire che sono in Italia dal 1992 e anche se non è il mio Paese di origine, è come se lo fosse diventato. E, da allora, trovo l’Italia peggiorata. Quindi bisogna avere idee e la forza di migliorare. Salvini mi ispira fiducia. Quello che dice, poi lo realizza. E il fare è sempre più raro nei nostri tempi».

«Salvini è intelligente e capace, è all’altezza di guidare il Paese. Posso solo fare un paragone con quello che è successo a me in Serbia. Quand’ero diventato allenatore della Nazionale volevo cambiare tutto, togliere i privilegi, dare più spazio ai giovani, a chi aveva fame, a chi aveva la mentalità giusta. Ma ho trovato forti opposizioni perché per molti era più comodo vivere le cose così com’erano».

E sul possibile processo per il caso Gregoretti, Mihajlovic aggiunge: «Silvio Berlusconi quanti processi ha avuto? È normale che quando cerchi di cambiare molte cose e magari usi metodi forti, qualcuno possa chiedere di valutare il tuo operato. Di Matteo io dico: Fidatevi. E vedete quello che fa».

(ph: shutterstock)