Regionali in Veneto, nasce terzo polo centrista

Azione apre al dialogo con le forze civiche e politiche che «oggi non hanno una casa e non si sentono rappresentati nè da Lega e nè da Pd»

«Azione ha le idee ben chiare su cosa fare in Veneto in vista delle prossime regionali e si rende disponibile al dialogo con chi ha voglia di rappresentare un nuovo progetto per la nostra regione». Inizia così la nota inviata a firma dei referenti regionali Alberto Baban (in foto), Emanuele Cagnes e Federico Vantini che anticipano come «con + Europa e PSI abbiamo già avviato un percorso solido con il quale vogliamo coinvolgere forze civiche e politiche che oggi non hanno una casa e non si sentono rappresentate dal binomio Zaia-Lega e tantomeno dalla mancanza di offerta di questi anni del Pd».

«Non si tratta di replicare il modello Puglia – sottolineano -, ma di costruire un vero modello che risponda alle esigenze del Veneto e su questo siamo convinti che con IV ci siano molte convergenze di carattere regionale e territoriale sulla prospettiva che la nostra regione dovrà avere».

(ph: imagoeconomica)