“Beethoven Off”, concerto di Park e Martini a Verona

La XXI stagione concertistica dei virtuosi italiani presenta la rassegna “Beethoven 2020 Off”, sezione della Stagione dedicata alla musica da camera nella Chiesa di San Pietro in Monastero a Verona.  Nell’arco temporale di tre serate, verrà proposta l’esecuzione integrale delle 10 sonate per pianoforte e violino del grande compositore di Bonn affidate al più famoso pianista coreano Chong Park e ad Alberto Martini al violino.

Dopo il successo ottenuto per le stesse esecuzioni alla Lotte Concert Hall di Seoul, i due artisti, propongono anche a Verona, per la prima volta, l’esecuzione integrale delle 10 Sonate per violino e pianoforte del grande compositore tedesco. Un’occasione unica per sentire in tre serate in arco temporale molto breve, dieci capolavori assoluti, che abbracciano 14 anni del percorso creativo di Beethoven, dall’opera 12 delle prime tre Sonate fino ad arrivare all’ opera 96 della Sonata n.10.

Martedì 28 gennaio verranno eseguite la Sonata n. 1 in re maggiore, opera 12 n. 1, la Sonata n. 2 in la maggiore, opera 12 n. 2, la Sonata n. 3 in mi bemolle maggiore, op. 12 n. 3, dedicate al compositore legnaghese Antonio Salieri e la Sonata n. 4 in la minore, op. 23; Venerdì 31 gennaio sarà la volta della Sonata n. 5 in fa maggiore, op. 24 “La Primavera”, una tra le più eseguite e conosciute, della Sonata n. 8 in sol maggiore, op. 30 n. 3 e della Sonata n. 7 in do minore, op. 30 n. 2; Domenica 2 febbraio infine il ciclo si chiuderà con l’esecuzione della Sonata n. 6 in la maggiore, op. 30 n. 1, della Sonata n. 10 in sol maggiore, op. 96 e a conclusione la Sonata n. 9 in la maggiore, forse la più famosa e celebrata, op. 47 “a Kreutzer”.

Tags: ,