Hellas, archiviata la pratica Lecce. E si sogna davvero

Partiti subito col piglio vincente, i gialloblù hanno dominato dall’inizio alla fine, regalando al pubblico una partita pressoché perfetta

E’ una vera e propria macchina da guerra quella allestita dalla società scaligera e, non occorre più dirlo, ottimamente affidata nelle mani di un combattente nato come Ivan Juric.

Il Verona chiude il primo tempo contro il Lecce già sul 2 a 0 con i gol di Dawidowicz e di Pessina, ma non si risparmia nel secondo, quando manda il rete il bomber “ufficiale” Pazzini, su rigore. Nono posto in classifica e tanti solidi argomenti per poter pensare in grande.

GLI ALTRI MATCH DELLA GIORNATA

Hellas Verona-Lecce 3-0 

Marcatori: 19′ p.t. Dawidowicz, 34′ p.t. Pessina, 42′ s.t. Pazzini (rig.)

Assist: 19′ p.t. Veloso, 34′ p.t. Lazovic

Hellas Verona (3-5-2): Silvestri; Rrahmani, Kumbulla, Dawidowicz; Faraoni, Ambrabat (dal 43′ s.t. Badu), Veloso, Lazovic; Pessina, Verre (dal 3′ s.t. Borini); Di Carmine (dal 28′ s.t. Pazzini). All. Juric

Lecce (3-5-2): Gabriel (dal 28′ p.t. Vigorito); Lucioni (dal 43′ Majer), Rossettini, Dell’Orco; Donati,Tachtsidis, Deiola, Mancosu, Rispoli; Lapadula, Babacar (dal 23′ s.t. Meccariello). All. Liverani

Arbitro: Abisso

Ammoniti: 15′ p.t. Tachtsidis (L), 30′ p.t. Faraoni (HV), 14′ s.t. Dell’Orco (L), 20′ Amrabat (HV),

Espulsi: 23′ s.t. Dell’Orco (doppia ammunizione).