Vittoria Bonaccini, Giordani: «Non paga l’odio ma il buon governo»

Il sindaco di Padova: «Questo conferma la mia idea: resterò totalmente civico». E apre alle forze moderate e a M5S: «Sempre pronto all’ascolto e alla collaborazione»

Il sindaco di Padova, Sergio Giordani, ha commentato la vittoria di Stefano Bonaccini alle elezioni regionali in Emilia Romagna. «Un risultato che ho accolto con soddisfazione, mi sono già complimentato con lui, amministratore serio, che stimo. C’è poco da fare, solo il buon governo paga, a prescindere dai colori politici. Le esagerazioni, gli estremismi, lo scontro totale sempre e a ogni costo non piacciono alla gente, specie quando all’amministratore le persone chiedono semplicemente di occuparsi delle questioni locali bene e ogni giorno. Non paga sobillare l’odio, non paga urlare i fenomeni che preoccupano, giustamente, l’opinione pubblica senza risolverli».

«Personalmente esco rafforzato nell’idea che è da sempre il mio cavallo di battaglia: resterò totalmente civico, continuerò a pensare solo a Padova, lavorerò in maniera positiva con tutte le istituzioni, privilegerò sempre il dialogo alle liti. Sono assolutamente soddisfatto della mia squadra che ha le gambe per correre ancora a lungo a servizio dai padovani, ma dobbiamo continuare a sporcarci le mani per risolvere problemi e non mettere mai la politica prima di
Padova. A Padova non ci saranno mai steccati alzati per chi vuole arricchire con le sue idee un progetto di città, dalle forze moderate al Movimento 5 Stelle sono sempre pronto all’ascolto e alla collaborazione», sottolinea Giordani.

«Si dimostra anche vincente un modello che ci ha fatto vincere a Padova, con forze civiche che, unite, sanno espandere il bacino di consenso importante del Partito Democratico e delle altre forze partitiche che restano comunque risorse fondamentali e alle quali mi legano stima e rispetto», conclude.

Fonte: Adnkronos

Tags: ,