Variati: «Salvini sconfitto per la terza volta, ora sconfiggere salvinismo»

Il sottosegretario all’Interno ed ex sindaco di Vicenza: «Errori dettati dalla vanità e dall’arroganza dell’uomo. Dimostriamo che è possibile costruire consenso sociale non basato sulla paura ma sulla speranza»

«Per la terza volta in pochi mesi, Salvini subisce una pesantissima sconfitta». Inizia così il post Facebook di Achille Variati, ex sindaco di Vicenza e sottosegretario dell’Interno, a commento del risultato delle elezioni regionali appena concluse in Emilia Romagna.

«La prima – spiega – è stata la scommessa sbagliata di far cadere il suo stesso governo, convinto com’era che nessuno si sarebbe rimboccato le maniche per rimettere a posto i disastri che aveva lasciato. La seconda, quella di aver preteso di rappresentare, lui solo, il volere del popolo e la piazza del nostro grande Paese: il movimento delle Sardine ha dimostrato in modo chiarissimo che le piazze si possono riempire anche di gente che rifiuta la paura, l’odio, la discriminazione. La terza volta personalizzando le elezioni in Emilia Romagna, arrivando a offuscare il proprio candidato governatore con la tesi che queste elezioni sarebbero state un referendum su di lui, e poi conducendo una campagna talmente forsennata e gridata, condita di episodi squadristici che sfociano nell’illegalità, da finire per spaventare i moderati».

«Tutti e tre sono stati errori dettati dalla vanità e dall’arroganza dell’uomo Salvini – conclude Variati -. Ora dobbiamo infliggergli la quarta sconfitta, la sconfitta del Salvinismo: dimostrando che è possibile fare le giuste scelte di governo e su queste costruire un consenso sociale non basato sulla paura ma sulla speranza».

(ph: imagoeconomica)