Blitz al citofono di Salvini, Facebook rimuove il video: «Incita all’odio»

A dare la notizia l’avvocato del ragazzo: «E’ la prima di una lunga serie di vittorie. Questa vicenda ha devastato la vita di Yassin e Salvini sarà chiamato a rispondere delle sue responsabilità»

Il video del blitz del citofono di Matteo Salvini al ragazzo tunisino nel quartiere Pilastro di Bologna è stato rimosso da Facebook.

A dare la notizia l’avvocato del giovane, Cathy La Torre: «E’ la prima di una lunga serie di vittorie per cui ci batteremo fino allo stremo, ve lo prometto, su questa meschina pagina della nostra vita democratica. Facebook ha rimosso dalla pagina di Matteo Salvini il video della vergogna: la diretta della sua citofonata a casa di Yassin. Quella diretta ha devastato la vita di Yassin. Yassin, incensurato, 17enne italiano e giocatore di calcio, si è ritrovato in tutta Italia bollato come “lo spacciatore”. La rimozione del video non riparerà tutto questo. E Matteo Salvini sarà chiamato a rispondere delle sue responsabilità per le vie previste dalla legge. Ma è un segnale comunque straordinario. Un ex ministro dell’Interno vede rimosso il video di una sua incursione nella vita di una famiglia, nella sua privacy. E’ una vittoria. Ma è solo la prima», conclude.

Tags: