Coronavirus, Cina isolata: voli sospesi. Starbucks e Ikea chiudono

Nuove regole anche per le chiese cinesi: ostie rigorosamente in mano e divieto di benedire i bambini. In Italia intanto scatta la psicosi: «State lontani dai loro negozi, è pericoloso»

British Airways e Lufthansa hanno deciso di sospendere tutti i voli da e per la Cina continentale in conseguenza alla diffusione del Coronavirus. Nel Paese inoltre Toyota ha deciso la sospensione della produzione con gli stabilimenti che rimarranno chiusi fino al 9 febbraio. Starbucks ha deciso invece di chiudere più di 2000 coffee shop in Cina mentre Ikea chiuderà temporaneamente almeno la metà dei suoi punti vendita.  Anche le gare di coppa del mondo di sci, che dovevano svolgersi a Yanqing sono state annullate. Conseguenze e nuove regole anche per le chiese presenti nel territorio: mascherine obbligatorie sia per i sacerdoti che per i fedeli, l’ostia al momento della comunione rigorosamente in mano e vietate le benedizioni dei bambini.

E intanto in Italia, tra casi sospetti e fake news, scatta la psicosi. Sui social e Whatsapp rimbalza un messaggio fotocopia che avverte di stare lontani dai loro negozi spacciandolo per consiglio medico sanitario. «Non andate nei negozi cinesi, finché questo virus non sarà circoscritto e sconfinato».

Fonte: Adnkronos

(ph: shutterstock)

Tags: