In casa arsenale della Prima e Seconda guerra: arrestati dopo una “soffiata”

A finire nei guai due uomini, padre e figlio, residenti in un comune della Valbelluna

Nel tardo pomeriggio di ieri i carabinieri della compagnia di Feltre hanno arrestato padre e figlio residenti in un comune della Valbelluna per detenzione abusiva di armi da guerra.

A seguito di informazioni raccolte sul territorio, i militari decidevano di eseguire un controllo presso l’abitazione dei due anche in considerazione che gli stessi erano comunque autorizzati a detenere armi per uso caccia. Nel corso del controllo venivano rinvenute e posto sequestro una carabina mauser g33/40, 5 carabine steyer m95, una carabina priva di matricola e marca, una carabina mannlincher modello.1186/1888, un revolver privo di marca e matricola, due fucili ad avancarica privi di marca e matricola, una doppietta combinata a cani esterni, 5 baionette e alcuni foderi, 500 cartucce di varie tipologie e calibro.

Le armi presumibilmente risalgono alla Prima e Seconda guerra mondiale. Al termine tutta l’attivita il pubblico ministero disponeva la remissione in libertà dei due uomini .

Tags: ,