Olimpiadi Milano-Cortina, l’idea di Zaia: un commissario per 21 opere

Il governatore non vuole che gli imponenti lavori vengano rallentati dalla burocrazia: «Altrimenti rischiamo figuraccia planetaria»

Sono 21 le opere essenziali in Veneto in vista delle olimpiadi invernali Milano Cortina 2026 e Luca Zaia vuole che ci sia un commissario straordinario. L’idea è stata lanciata durante la tavola rotonda che si è tenuta martedì a Belluno (nella foto) e verrà ribadita domani, venerdì, al consiglio di amministrazione della Fondazione dei giochi. Il timore del governatore è che i lavori vengano rallentati dalla burocrazia: «Rischiamo di fare una figuraccia planetaria» ha detto davanti alla platea del teatro comunale di Belluno.

Le opere

Nel monumentale dossier sulle olimpiadi invernali lombardo-venete, le opere di pertinenza della nostra Regione sono divise in tre categorie: strade, in primis la variante di Longarone, ferrovie, con linee nel Bellunese ma anche tra Venezia e Treviso e tra Bassano ed il Trentino, e gli interventi a Verona, dove si chiuderanno i giochi. L’investimento previsto è di oltre un miliardo e 123 milioni.

(Ph Luca Zaia Facebook)