Rubarono gondola, Venezia si costituisce parte civile

I fatti risalgono al 2015, la decisione di Brugnaro ieri in consiglio comunale. L’avvocato Rumor: «Nessun giustizialismo, solo educazione»

La Giunta comunale, riunitasi a Mestre, ha preso atto dell’indirizzo del sindaco di costituirsi parte civile nel procedimento in corso contro due ragazzi che nel 2015 prelevando indebitamente una gondola di proprietà comunale misero a repentaglio la propria sicurezza costringendo la Polizia locale a intervenire.

I fatti

Era il 20 agosto 2015 quando una coppia di fidanzati di 23 anni lui, originario della provincia di Pordenone, e 24 lei, originaria della città di Lecco, decisero di impossessarsi di una gondola da traghetto di proprietà del Comune di Venezia prelevandola dalla stazione di San Tomà ipotizzando di potersi fare un giro in Canal Grande. Purtroppo i due ragazzi, improvvisatisi gondolieri senza aver alcuna esperienza, si sono ritrovati alla deriva e la Polizia locale dovette intervenire per riportarli rapidamente in salvo visto che l’imbarcazione, in quel momento, si trovava in una zona non illuminata del Canal Grande a ridosso di una curva. Messi in sicurezza, i due giovani vennero accompagnati negli uffici della Questura di Venezia e qui denunciati per i reati di furto e condotta pericolosa per la navigazione.

Il processo

L’iter giudiziario in questi anni ha portato la Procura della Repubblica di Venezia a emettere, lo scorso settembre, un decreto di citazione diretta nei confronti dei due ragazzi nel quale veniva avvisato il Comune di Venezia, in qualità di parte offesa, della facoltà di costituirsi parte civile nel procedimento penale per ottenere, nel caso in cui venisse accertata la responsabilità dei due ragazzi, il risarcimento del danno patrimoniale e non patrimoniale derivante dalla loro condotta. “Una facoltà della quale oggi la Giunta ha voluto avvalersi – commenta l’assessore all’Avvocatura Civica Paolo Romor – affinché resti ben chiaro che chiunque venga in città pensando di trasgredire le regole troverà questa Amministrazione pronta a difenderla in tutte le sedi opportune. Nessun giustizialismo, solo una forte propensione educativa nei confronti soprattutto dei giovani”.

 

Tags: ,