Trasfusioni non autorizzate in ambulatorio privato: denunciati in 3

I pazienti venivano sottoposti a prestazioni di medicina estetica

I Carabinieri del NAS di Treviso a conclusione di un’attività di indagine hanno denunciato in stato di libertà 3 persone, 2 medici ed il legale rappresentante di un poliambulatorio privato veneto. I militari hanno accertato che i tre, in concorso tra loro, sottoponevano i pazienti a prestazione di medicina estetica a scopo di lucro, praticando trattamento p.r.p. (plasma ricco di piastrine) in assenza di prescritta autorizzazione e convenzione con alcun centro trasfusionale pubblico.

Per questi motivi reati contestati sono di: violazione continuata delle norme di sicurezza per la raccolta e lavorazione del sangue umano svolte in assenza della prescritta autorizzazione e convenzione nonché, omessa vigilanza, continuata ed in concorso, sull’illecita attività sanitaria svolta dal dipendente.

Tags: ,