Coronavirus, paura per cameriera hotel: negativo il test

L’addetta alle pulizie era entrata in contatto con la coppia di cinesi positivi al virus che si trovano all’ospedale Spallanzani in gravi condizioni

L’addetta alle pulizie dell’hotel di Verona dove lo scorso 23 gennaio avevano soggiornato i due coniugi di Wuhan affetti da coronavirus è stata ricoverata in isolamento al policlinico di Verona. Secondo quanto appreso da Adnkronos si tratterebbe di una semplice influenza come evidenziano i primi esami di laboratorio eseguiti a Padova e ora in via di conferma da parte dello Spallanzani di Roma, ospedale dove sono ricoverati in prognosi riservata la coppia cinese. La donna, con la febbre, si è sentita male ieri ed ha chiamato il 118. Sono subito scattate le misure di sicurezza.

AGGIORNAMENTO ORE 15

Sono negativi al coronavirus gli esami effettuati sulla persona ricoverata a Verona, dipendente di una cooperativa esterna, che aveva fatto le pulizie nella camera dell’Hotel dove avevano soggiornato per una notte di due turisti cinesi ora ricoverati allo Spallanzani di Roma, e che era stata ricoverata dopo aver registrato la febbre mentre si trovava a casa. Lo comunica la Direzione Prevenzione della Regione del Veneto, che ha ricevuto l’esito delle indagini effettuate dal Laboratorio di Riferimento Regionale dell’Azienda Ospedaliera di Padova. I tecnici regionali precisano che la procedura prevede che vengano inviati al Centro di Riferimento Regionale dello Spallanzani solo i casi che dovessero risultare positivi.

 

(ph: Facebook Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata Verona)

Tags: ,