Padova, individuato aggressore Colasio: è un immigrato irregolare

L’assessore alla Cultura aveva chiamato la polizia per una lite scoppiata in strada ma uno dei coinvolti non aveva gradito: prima minacce poi calci contro la porta dell’ufficio

Lo scorso 4 gennaio l’assessore alla Cultura di Padova, Andrea Colasio, era stato aggredito nel quartiere Arcella. Oggi la polizia ha identificato l’autore: si tratterebbe di un tunisino privo di permesso di soggiorno indagato dalla Digos per i reati di violenza privata e false attestazioni a pubblico ufficiale. Il giovane ha dichiarato agli investigatori di essere minorenne ed è stato sottoposto ad accertamenti radiologici che hanno confermato la minore età e pertanto è stato messo a disposizione dei servizi sociali.

Il ragazzo aveva aggredito l’assessore nei pressi della fermata del tram di via Aspetti. La scena era stata ripresa dalle telecamere di videosorveglianza e su quelle si erano indirizzate le indagini della Digos. L’assessore aveva assistito ad un’accesa lite tra il giovane ed altri suoi connazionali e quindi aveva richiesto l’intervento della Polizia. Nell’udire la richiesta di intervento della Polizia, il minore aveva reagito violentemente dapprima minacciandolo e poi costringendolo a rinchiudersi nel proprio ufficio per evitare di essere malmenato, mentre lo straniero sferrava calci al portone di ingresso tentando di entrare. Solo alla vista della pattuglia in arrivo, lo straniero aveva desistito, scappando.

Fonte: Adnkronos

(ph: Facebook Andrea Colasio)