Padova Urbs Picta, alla scoperta del Duomo e del Battistero

L’associazione “Padovanità” organizza per sabato 15 febbraio dalle 15:15 alle 17:30 una visita guidata al Duomo e al Battistero di Padova, alla scoperta dei loro magnifici affreschi.

Padovanità prosegue con le visite guidate relative ai siti che compongono la candidatura Unesco di Padova Urbs Picta per il 2020. In questa sesta tappa di sabato 15 febbraio viene proposta la visita guidata al Battistero del Duomo di Padova (mirabile esempio di architettura trecentesca) ed al Duomo di Padova. Verremo guidati da una guida abilitata padovana doc.

La costruzione del battistero principiò nel XII secolo su probabili preesistenze; subì vari rimaneggiamenti nel secolo successivo, e venne consacrato dal Guido, patriarca di Grado nel 1281. Negli anni ’70 del XIV secolo fu restaurato e adattato a mausoleo del Principe della città Francesco il Vecchio da Carrara e della moglie Fina Buzzaccarini che ne curò la decorazione affidando il lavoro a Giusto de’ Menabuoi che affrescò mirabilmente gli interni (ora il battistero sta subendo dei parziali lavori di restauro).

Il Duomo sorge sul luogo di precedenti edifici sacri di cui il più antico, una cattedrale paleocristiana, sorgeva probabilmente sull’attuale sagrato. La nuova cattedrale consacrata nel 1075 dal Vescovo Ulderico fu danneggiata pochi anni dopo nel terremoto del 1117. La realizzazione dell’attuale Duomo fu compiuta tra il XVI ed il XVIII secolo. Il Duomo fu completato solo nel 1754 dall’architetto veneziano Girolamo Frigimelica, anche se la grandiosa facciata, con tre portali e due rosoni, da lui disegnata, non fu mai terminata e in seguito gravemente danneggiata, assieme alla grande cupola, nei bombardamenti del 1917 e 1918. Al termine della visita verrà offerto un aperitivo. E’ richiesto un contributo di 10 euro a persona, per le coppie complessivamente di 18 euro. È necessaria la prenotazione anticipata del posto, effettuabile solamente tramite e-mail all’indirizzo . Il ritrovo è fissato per le 15.15 in piazza Duomo.

(Ph. Facebook – Padovanità)

Tags: ,