Padova, Salvini batte Sardine: «Possono candidare Mago Merlino, qui vincono i fatti»

Erano in più di 3500 al Palageox per il “talkshow” della Lega, mentre si sono ritrovati in circa 2500 al Portello per la manifestazione del movimento

Soddisfazione da ambo le piazze per lo scontro a distanza tra il leader leghista Matteo Salvini, in tour in Veneto nelle scorse ore, e le Sardine.  Entrambi si erano dati appuntamento a Padova:  il “talk show” leghista ha avuto come cornice il PalaGeox mentre il movimento si era dato appuntamento al Portello.

Di fronte a oltre 3500 persone e affiancato dagli stati generali del Carroccio, in primis il governatore Luca Zaia, Salvini ha preferito parlare dei prossimi importanti impegni amministrativi, come le Olimpiadi, e ha liquidato le elezioni con una battuta o poco più: «La sinistra può candidare pure Mago Merlino o la Befana, ma non credo che avrebbe lo stesso delle possibilità. In Veneto quindi mi vedrete poco, ci sono regioni in cui c’è da molto più lavoro da fare».

Di tutt’altro avviso le circa 2500 persone chi si sono ritrovate con pesci di cartone in mano al Portello: «Una piazza fantastica, ricca di persone, musica e cultura, anche grazie agli ospiti che sono riusciti a strappare più di una risata al pubblico, tra cui Andrea Pennacchi e Giorgio Gobbo – dichiarano gli organizzatori – Salvini si aspettava qualche pesciolino, noi invece abbiamo dimostrato che le sardine sono molte di più e che il Veneto si slega. Il vento sta cambiando, il Veneto sta cambiando!».

Tags: ,