«Io, italiana di Arzignano, fiera della bellezza ghanese: basta finto buonismo»

Edith Mikela Ward è una 35enne di origini ghanesi che a pochi anni di vita ha raggiunto la mamma nella città della concia. E dà ragione al leader di Forza Nuova Beschin

«Sono italiana ma rappresento la bellezza ghanese. E ne sono fiera! Sì, sono fiera della mia bellezza e delle sue origini. Sono d’accordo con Daniele Beschin e penso sia ora di smetterla con il finto buonismo dietro al quale molto spesso si nascondono i veri razzisti. Prendere un commento innocuo, non offensivo e farlo passare per razzismo è sbagliato! Tutto questo per cosa? Per fare notizia?». Non la tocca piano, come si suol dire, Edith Mikela Ward, 35enne ghanese cresciuta ad Arzignano dal ’90, divenuta cittadina italiana nel 2010 e ora residente in Inghilterra. «Cari giornalisti, cari politici e miei cari cittadini Italiani uniamoci per combattere il vero razzismo, uniamoci per risolvere i veri problemi del nostro amato Paese».

Edith ha tre bellissimi figli: «Per curiosità ho fatto la stessa domanda a mio figlio di 12 anni. Nato in Italia e cittadino italiano. E volete sapere qual’è stata la sua risposta? “Ma che domande fai mamma? È ovvio che rappresento la bellezza africana”». Edith ha conosciuto Daniele Beschin quando era una bambina, non si vedono da tempo e l’ha ritrovato guardando su internet i post dei quotidiani italiani: «Grazie Lele per aver aperto questo dialogo, grazie perchè in questi giorni ci hai fatto riflettere su una cosa importante: sì, siamo venete ed italiane ma la nostra bellezza unica che fa parte di noi ed è la nostra radice, non la dobbiamo dimenticare. Mai. E vi assicuro che tutte le “nuove italiane” che conosco la pensano come me».