Cooperazione economica tra Russia e Europa: cresce domanda imprese

Il 10 febbraio si è svolto a Mosca un seminario organizzato dall’associazione Conoscere Eurasia con un focus sull’innovazione e le prospettive ad essa legate per le relazioni politiche ed economiche internazionali

Un seminario sul tema della cooperazione economica, industriale e finanziaria tra la Russia e gli altri Paesi europei, con un focus sull’innovazione e le prospettive ad essa legate per le relazioni politiche ed economiche internazionali. “Russia ed Europa: prospettive innovative per la cooperazione economica” è l’iniziativa che si è svolta lunedì 10 febbraio, a Mosca, nella sede della Camera di Commercio e dell’Industria della Federazione Russa. A intervenire, in un panel di autorevoli relatori, imprenditori e banchieri, rappresentanti istituzionali e diplomatici.

L’evento è stato organizzato dall’Associazione Conoscere Eurasia e dalla Camera di Commercio e Industria della Federazione Russa, con il sostegno di Banca Intesa, della Fondazione Roscongress, del Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo, in collaborazione con Association of European Businesses, l’Unione Russa degli Industriali e Imprenditori, l’Associazione degli Imprenditori Italiani in Russia GIM Unimpresa.
I rapporti commerciali e gli investimenti diretti tra la Russia e l’Europa, nello scacchiere geopolitico, risultano essere intensi: da un lato, il “Vecchio Continente” rappresenta un luogo di attrazione della vita economica russa; dall’altro, la Federazione Russa, terzo partner commerciale dell’Unione Europea, si conferma un mercato di riferimento fertile e virtuoso per le produzioni europee, senza dimenticare lo scambio energetico.

«L’Associazione Conoscere Eurasia, con il sostegno di Banca Intesa e di altri partner, prima di tutto, della Fondazione Roscongress, del Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo e della Commissione Economica Eurasiatica, sviluppa da ormai più di un decennio attività volte a favorire le relazioni economiche e commerciali tra la Russia e i Paesi dell’Unione Europea, e in un senso più largo, in tutto lo spazio della Grande Eurasia, dall’Atlantico al Pacifico. Si svolgono in Italia, Austria, Belgio, Germania, Francia, Svizzera e in molte regioni della Russia. Ora per la prima volta abbiamo organizzato un seminario simile a Mosca, in collaborazione con un’organizzazione così influente e autorevole come la Camera di Commercio e Industria della Federazione Russa. Questo incontro che, spero, diventerà annuale, ha suscitato un grande interesse da parte degli imprenditori russi ed europei e indica l’esistenza di una crescente domanda di dialogo tra gli imprenditori dei vari Paesi» ha detto il Presidente dell’Associazione Conoscere Eurasia, Antonio Fallico.

Due le sessioni del seminario, la prima incentrata sull’utilizzo delle tecnologie innovative per creare una produzione altamente efficiente; la seconda ha dato voce alle istituzioni finanziarie con un focus sul loro ruolo nelle attività delle imprese altamente tecnologiche. Il primo seminario internazionale di Mosca, con oltre quindici protagonisti, si è rivelato un’ulteriore occasione di confronto e dibattito sul presente e il futuro della cooperazione economica tra la Russia e Paesi europei, con la condivisione di buone pratiche, idee e programmi.
Ai partecipanti si sono rivolti: Sergey KATYRIN, President, Chamber of Commerce and Industry of the Russian Federation; Frank SCHAUFF, Chief Executive Officer, Association of European Businesses; Vincenzo TRANI, President of the Mikro Kapital Group; President of Italian-Russian Chamber of Commerce; Antonio FALLICO, President, Banca Intesa Russia; President, Association Conoscere Eurasia; Konstantin SIMONOV, General Director, National Energy Security Fund; Dmitry BELIAKIN, Head of Division, Investment and Strategic Planning Department; Alexander ZAZHYGALKIN, Head of the Center for Innovative Development, Russian Railways OJSC; Philippe PEGORIER, President and General Director, Alstom Russia; Valery NEMOV, Deputy Head, Contract Structuring and Pricing Directorate, Gazprom Export; Massimo FANUZZI, Global Relationship Manager Oil & Gas Europe and CIS, Intesa Sanpaolo Corporate & Investment Banking; Vladimir GERASIMOV, First Deputy General Director, Executive Director, Interfax News Agency; Garegin TOSUNYAN, President, Association of Russian Banks; Olga YAKIMOVA, First Vice President, Rosbank; Luigi RUGGERONE, Head of Innovation Business Development, Intesa Sanpaolo Innovation Center.

(In foto: Tavolo relatori “Russia ed Europa: prospettive innovative per la cooperazione economica”. Ph: Nadezhda Diakova, Conoscere Eurasia)

Tags: