Nonna derubata di 500 euro e aspirapolvere: il ladro è il nipote

Ad incastrarlo il disordine stranamente “ordinato” dopo i “furti”. L’83enne ha deciso di ritirare la querela ma per il 22enne è scattata la denuncia per simulazione di reato

Un giovane di Spinea (Venezia) è finito nei guai per aver derubato la nonna 83enne con cui vive. In una prima occasione il 22enne ha sottratto all’anziana 500 euro, poi un costoso aspirapolvere della Folletto (valore stimato 2500 euro). La povera anziana, ignara di tutto, ha fatto la prima denuncia il luglio scorso e la seconda ad ottobre, spiegando di essere rientrata dopo la spesa e di aver trovato le stanze in disordine, le banconote e l’aspirapolvere spariti.

Per entrambi i casi, durante il sopralluogo i carabinieri hanno notato che quel disordine era stranamente “ordinato” portandoli a sospettare del giovane nipote convivente. Dopo le contestazioni sempre più pressanti, il ragazzo è crollato vuotando il sacco: si era inventato i furti per nascondere di essere stato lui. Invece che l’informativa per il reato di furto contro ignoti (la nonna ha infatti ritirato l’atto di denuncia/querela), è scattata quindi la denuncia in stato di libertà per simulazione di reato del ragazzo.

Fonte: Adnkronos

Tags: ,