Sei Nazioni, per Italia-Scozia in campo tre veneti

Svelata la formazione di Smith: ci saranno i due padovani Bellini e Minozzi ad agire all’ala e il vicentino Allan che scenderà in campo per la 57esima volta con la maglia azzurra

Franco Smith, capo allenatore della Nazionale italiana rugby, ha ufficializzato la formazione che affronterà sabato 22 febbraio la Scozia nel match valido per la terza giornata del Guinness Sei Nazioni 2020 in programma alle 15.15 allo Stadio Olimpico di Roma. Confermato in toto il XV annunciato la scorsa settimana contro la Francia con il triangolo allargato formato da Hayward e i due padovani, Bellini e Minozzi, ad agire all’ala. Coppia di centri formata da Luca Morisi e Carlo Canna che toccheranno rispettivamente quota 31 e 41 caps.

In mediana il vicentino Tommaso Allan scenderà in campo per la 57esima volta con la maglia Azzurra, la quinta contro la Scozia al Sei Nazioni, squadra contro cui ha realizzato il maggior numero di punti nel torneo (43 su 97 totali segnati). Accanto numero 10 del Benetton Rugby troverà spazio Braley, suo futuro compagno di squadra con il Benetton Rugby. Terza linea collaudata con Steyn numero 8 supportato da Sebastian Negri e Jake Polledri. In seconda linea Niccolò Cannone sarà affiancato da uno dei giocatori più presenti nella storia del rugby italiano – Alessandro Zanni – che raggiungerà quota 119 caps agganciando Castrogiovanni nella classifica delle presenze azzurre di tutti i tempi arrivando a 54 caps nel Sei Nazioni, uno più di Ghiraldini, salendo al terzo posto tra i giocatori italiani più presenti di sempre nel torneo. In prima linea capitan Bigi troverà ai lati la fisicità di Zilocchi e l’esperienza di Lovotti, entrambi suoi compagni di squadra alle Zebre.

(ph: shutterstock)

Tags: , ,