Epidemia, appello di Malagò: «Lo sport si deve fermare»

Rinviata Ascoli-Cremonese, in B. Diverse le partite di calcio e volley, ma anche di basket, rinviate dalle federazioni o fermate dalle autorità per precauzione

“Sono in contatto con le autorità che hanno la responsabilità, il diritto e dovere di prendere iniziative e precauzioni. Se c’è una manifestazione dove si verifica uno di questi casi, lì lo sport si deve fermare”. Così il presidente del Coni Giovanni Malagò al susseguirsi di nuovi contagi tra il Veneto e la Lombardia.

+++ULTIM’ORA +++ Ascoli-Cremonese, match valido per la 25esima giornata di Serie B e previsto per oggi pomeriggio alle 15, è stato rinviato a data da destinarsi. La decisione è stata presa dal Gos (Gruppo operativo sicurezza) per l’emergenza Coronavirus che ha interessato nelle ultime ore alcune aree della provincia di Cremona.

Nella serata di venerdì 21 febbraio, la Prefettura di Piacenza, fa sapere la Lega Pro, ha deciso di sospendere il match di Serie C di calcio fra Piacenza e Sambenedettese e quello di Serie B di basket tra Bakery Piacenza e Jesi. In serie D non si disputerà nemmeno Fiorenzuola-Lentigione. Il Comitato lombardo della Lega Dilettanti ha rinviato oltre 40 incontri sui 502 in programma nel fine settimana, tra Eccellenza, Prima Categoria e giovanili. Tra le gare che non si disputeranno, ve ne sono alcune nei comuni del Lodigiano, altre anche tra Milano e Pavia.

Nessuna richiesta di stop è arrivata finora ai vertici dello sport italiano. Venerdì sera si è giocata Brescia-Napoli e al momento non è in discussione la disputa di Inter-Samp, in programma domenica 23 febbraio a San Siro. La Federcalcio è comunque in continuo contatto col ministero della Salute ed è pronta ad intervenire se le condizioni dovessero cambiare.

La Federazione pallavolo venerdì 21 febbraio ha deciso la sospensione dei campionati di serie B maschile (gironi A, B), B1 femminile (gironi A e B) e serie B2 femminile (gironi B, C) della giornata in programma questo fine settimana. La Fipav invita inoltre i Comitati Regionali e Territoriali di Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna (in modo particolare dei territori Cremona, Lodi, Piacenza), così come le Leghe di serie A maschile e femminile di voler prendere analoghi provvedimenti, “a salvaguardia della salute comune”. Sabato 22 febbraio, la Fipav in conseguenza degli ulteriori sviluppi della situazione relativa al coronavirus, con particolare riferimento alla zona del Veneto e della provincia di Padova, ha decretato la sospensione anche dei campionati di serie B maschile, girone C, e serie B2 femminile, gironi D ed E, della giornata in programma oggi e domani e che sarà recuperata a data da destinarsi.

(Ph Shutterstock)