Renzi: «Non si trova un novax manco a pagarlo»

Il leader di Italia Viva sul suo blog a proposito della situazione coronavirus in Italia: «Priorità alla ripresa dell’economia»

“Seguiamo tutti i suggerimenti degli esperti (a proposito, non si trova più un NoVax nemmeno a pagarlo in Italia, bene. Quando la realtà chiama, la scienza vince sul populismo e sulla superstizione) e cerchiamo di superare questa fase di
tensione”. Lo scrive Matteo Renzi nel suo blog, Enews, a proposito della situazione coronavirus.

“La priorità sarà – già dalla prossima settimana – ripartire di corsa con l’economia. Non basterà un’aspirina, occorreranno misure fortissime perché gli errori di comunicazione hanno prodotto un danno enorme all’estero, oltre che in Italia”. “E questi danni -continua Renzi- si faranno sentire sul turismo, sulla manifattura, sull’agroalimentare. Dovremo ripartire conmille difficoltà. Ma se ci mettiamo tutti insieme – senza distinguo assurdi – possiamo farcela perché noi siamo l’Italia”.

“Nel nostro piccolo, come Italia Viva ci faremo sentire a tutti i livelli per stimolare le Istituzioni a fare le scelte giuste. Un abbraccio speciale agli amici delle zone rosse, a cominciare da Patrizia Baffi la nostra bravissima consigliera regionale che abita a Codogno e che ha aperto via Skype i lavori della nostra Assemblea sabato”.  “Grazie a tutte le famiglie che stanno vivendo situazioni di quarantena ma grazie soprattutto ai medici, agli infermieri, al personale sanitario, ai volontari di tutto il Paese e soprattutto della Lombardia. Stanno facendo un lavoro straordinario e non meritano di finire al centro delle divisioni politiche. Io dico grazie a tutti i medici e ai loro collaboratori a cominciare dai medici di Codogno fino al più piccolo ambulatorio del più sperduto paese italiano: grazie per la vostra dedizione”.

Tags: