Meteo: temporali, vento forte e nevicate

Tra lunedì e martedì fenomeni intensi dalle Dolomiti alla costa

Tra le ore centrali di lunedì 2 e quelle centrali di martedì 3 precipitazioni estese e persistenti sulle zone centro-settentrionali, a tratti anche intense; quantitativi in genere abbondanti sulle zone montane e pedemontane, localmente molto abbondanti sulle Prealpi centro-orientali. Probabili nevicate anche consistenti sulle Dolomiti sopra i 1000 m. Rinforzo dei venti di scirocco sui rilievi, su costa/pianura limitrofa e sulla pianura sud orientale, da nordest sulla pianura interna.

Evoluzione generale

Correnti cicloniche associate ad un’ampia depressione nord-atlantica convogliano sulla regione alcuni impulsi perturbati. Il primo transita sul Veneto domenica, portando nuvolosità e precipitazioni modeste o moderate su tutta la regione. Dopo una temporanea pausa, tra lunedì e martedì passerà una saccatura più profonda ed attiva: in questa fase le precipitazioni saranno più consistenti rispetto a domenica. Mercoledì la saccatura si allontanerà verso est, anche se la circolazione resterà debolmente ciclonica e persisterà una residua variabilità, meno significativa giovedì.

lunedì 2. Irregolarmente nuvoloso tra la notte ed il primo mattino, con aumento della nuvolosità fino a cielo molto nuvoloso o coperto a partire dalle ore centrali.
Precipitazioni. Fino al primo mattino in prevalenza assenti, poi probabilità in aumento, a partire dalle zone montane, fino ad alta (75-100%). Le precipitazioni dalle ore centrali saranno estese, moderate, a tratti intense sulle zone centro-settentrionali. Limite della neve inizialmente intorno a 900/1200 m sulle Dolomiti 1100/1300 m sulle Prealpi, in successivo abbassamento con l’intensificazione dei fenomeni, più marcato sulle Dolomiti, dove potrà scendere fino a 700-900 m.
Temperature. Minime in leggera diminuzione, massime senza notevoli variazioni o in aumento sulla pianura meridionale e centro-orientale.
Venti. In quota moderati/tesi dai quadranti meridionali. Nelle valli variabili. In pianura inizialmente moderati, o a tratti tesi, da sud-ovest, in seguito in rotazione e successiva intensificazione fino a moderati/tesi: dalle ore centrali soffieranno da nord-est sulle zone centro-occidentali e da sud-est su quelle meridionali ed orientali.
Mare. Da mosso a molto mosso/agitato in serata.

martedì 3. Cielo molto nuvoloso o coperto.
Precipitazioni. Probabilità alta (75-100%). Le precipitazioni saranno ancora estese e a tratti intense tra le Prealpi, la pedemontana e la pianura settentrionale, soprattutto nella prima parte della giornata; dalle ore centrali parziale attenuazione e diradamento dei fenomeni. Limite della neve in abbassamento fino a 600/800 m sulle Dolomiti e 900/1000 m sulle Prealpi.Tra il pomeriggio di lunedì e le ore centrali di martedì le cumulate di precipitazioni potranno essere consistenti sulle zone centro-settentrionali e abbondanti su quelle montane e pedemontane.
Temperature. In diminuzione in quota; stazionarie nelle valli; in pianura minime in aumento, massime senza notevoli variazioni o in diminuzione.
Venti. In quota moderati/tesi da nord-est; nelle valli rinforzi di Foehn. In pianura moderati/tesi, in prevalenza da nord-est, salvo nella prima parte della giornata sulla pianura meridionale, dove soffieranno da sud.
Mare. Inizialmente molto mosso o agitato, poi moto ondoso in attenuazione fino a mosso in serata.

(Fonte Arpaveneto; Ph Shutterstock)

Tags: