Dove comprare l’auto in Italia

Il mercato dell’usato: una realtà in espansione

Acquistare un’auto usata, oggi, significa rivolgersi ad un mercato vastissimo, ampliato ulteriormente grazie ai nuovi canali messi a disposizione dalle piattaforme online. Sono infatti ormai pochi coloro che si recano personalmente da un rivenditore locale presente sul proprio territorio; l’utenza tende ad avvalersi sempre di più di strumenti capaci di ricercare una stessa auto in più annunci, confrontare i vari modelli e consultare i listini di riferimento per capire quanto sia vantaggioso il prezzo richiesto.

L’autosalone rimane quindi sicuramente la scelta più “immediata”, ma anche quella più limitativa sotto certi aspetti: la scelta può in questo caso ricadere soltanto sui modelli presenti nel concessionario. Gli annunci tra privati meritano invece una considerazione a parte. Sono infatti estremamente variabili in numero ed in assortimento, dato che un determinato modello di auto può essere presente in più esemplari in un giorno e non esserci affatto il giorno successivo, ma in questo caso è importante ricordare come non si abbia alcuna garanzia su eventuali guasti meccanici o difetti di costruzione del veicolo.

La conseguenza più ovvia è che se da un lato, trattando tra privati, si può ottenere un prezzo più favorevole per l’acquirente, dall’altro quest’ultimo dovrà tenere in conto di essere “scoperto” in caso di eventuali problemi futuri. Le piattaforme online sono invece la vera novità di questo mercato in continua espansione. Non si contano ormai i siti che propongono non soltanto annunci inseriti in un determinato portale, ma addirittura motori di ricerca capaci di trovare tutti gli annunci presenti nel web di un determinato modello di autovettura, capaci di confrontare le caratteristiche ed i prezzi proposti per aiutare a scegliere quello più conveniente.

È facile immaginare come, potendo confrontare i prezzi di uno stesso modello di autovettura a livello nazionale, la concorrenza si sia fatta strettissima ed abbia contribuito non poco al ribasso dei prezzi dei veicoli. Le diverse realtà nazionali: come cambiano i prezzi da nord a sud. Recentemente sono state svolte alcune indagini che hanno rivelato come l’acquisto di un’autovettura al nord sia leggermente più onerosa rispetto ad uno stesso modello acquistato al sud Italia.

Acquistare auto usate a Palermo è quindi più conveniente che acquistarle a Milano. È vero? Si, ma solo in parte.
Purtroppo le voci su questa differenza di prezzo hanno iniziato a rincorrersi in maniera esagerata, tanto che molti sono arrivati a credere che acquistare una vettura al sud Italia avrebbe significato pagarla la metà rispetto al prezzo chiesto al nord: ovviamente si tratta di una speculazione senza nessun fondamento. È vero che tra le diverse zone geografiche esiste una differenza di prezzo, ma è anche vero che questa è molto più leggera di quanto si pensi e soprattutto varia in base alle realtà regionali proposte.

Se un veicolo a Napoli costa qualcosina in meno rispetto ad uno stesso modello stanziato a Torino, è perché i costi di gestione di un’autovettura sono più alti per i cittadini partenopei: basti pensare ai diversi importi richiesti per l’assicurazione e si capisce subito come il leggero ribasso del sud nasce per compensare altre differenze che si incontrano più avanti, una volta acquistato il mezzo. È bene poi considerare come l’ascesa dei prezzi non vada di pari passo con l’ascesa geografica dell’Italia: esistono realtà a sé che tengono conto della concorrenza, della tassazione (es. il bollo), degli importi assicurativi, e di altre spese che vanno a incidere su quello che è il prezzo del mezzo vero e proprio.

Una città come Roma ad esempio, richiede al residente costi di gestione molto più alti rispetto a quelli richiesti ad un cittadino del Friuli Venezia Giulia. Se è vero quindi che lo scoglio economico non consista tanto nel comprare una vettura, quanto nel mantenerla, tanto più questa voce sarà alta e tanto più basso dovrà essere il prezzo del veicolo. Un buon consiglio è quello di affidarsi sempre a canali che permettano di confrontare i prezzi e di non poterli alzare eccessivamente sfruttando il gioco della concorrenza: in tal senso i portali online sono la soluzione ideale, con  ualche
precisazione.

Non è bene affidarsi a qualunque annuncio del web, o a qualunque sito che proponga vetture usate in vendita. È necessario fare un discernimento e frequentare solo quei siti certificati (come Autoscout24 o gli annunci di  Quattroruote), che filtrano gli annunci e ne verificano scrupolosamente la veridicità in termini di chilometraggio, condizioni del veicolo, ed eventuali carichi pendenti (es. fermi o sequestri amministrativi), al fine di evitare spiacevoli inconvenienti e brutte sorprese agli acquirenti.

(ph: shutterstock)

Tags: