Università: Ca’ Foscari nella top 100 iridata per le lingue

Lo conferma l’ultima edizione del QS World University Rankings by subject, una delle classifiche universitarie più influenti e la più consultata dagli studenti

L’Università Ca’ Foscari Venezia è tra i migliori atenei al mondo per lo studio delle lingue moderne. Lo conferma l’ultima edizione del QS World University Rankings by subject, una delle classifiche universitarie più influenti e la più consultata dagli studenti.

Analizzando la reputazione nel mondo accademico e in quello del lavoro, infatti, il ranking inglese ha confermato il risultato prestigioso di Ca’ Foscari, classificata tra le prime 90 a livello globale per lo studio delle lingue. Un risultato che riconosce l’eccellenza in una delle aree di punta della didattica cafoscarina, che comprende l’insegnamento di 42 lingue e culture.

Il Rettore di Ca’ Foscari Michele Bugliesi: «Anche quest’anno Ca’ Foscari raggiunge posizionamenti importanti nel ranking QS by subject che valuta le performance di migliaia di atenei in tutto il mondo e la loro qualità nella didattica e nella ricerca. Il nostro Ateneo guadagna posizioni e incrementa i punteggi di valutazione in ben otto discipline su nove, un risultato che premia le nostre politiche di investimento nella ricerca e nell’internazionalizzazione, e l’eccellente lavoro scientifico e formativo dei docenti dei nostri dipartimenti, oggi sempre più riconosciuto anche sul piano accademico internazionale».

Con un balzo di quasi trenta posizioni, Ca’ Foscari raggiunge il 113° posto al mondo per didattica e ricerca in Storia. Linguistica rimane nella top-200, che vale il terzo posto in Italia. L’insieme di questi risultati assicura all’ateneo il 130° posto al mondo e il 3° in Italia nelle scienze umane. Nelle altre aree, conferma nella top-200 in Geografia e top-250 per Economia, Econometria, Finanza e Ragioneria.

In generale, la reputazione di Ca’ Foscari prosegue il trend di forte miglioramento anno dopo anno sia in Italia che a livello internazionale. Il ranking è stato elaborato dagli analisti di QS Quacquarelli Symonds comparando 13.138 programmi universitari di 1.368 università di 83 paesi del mondo.