Conte furibondo: «Basta calunnie su focolai. Agirò in tribunale»

Il sindaco di Treviso ha sbottato sui social contro la trasmissione Tagadà di La7

«Grave è quando le notizie false arrivano dalle testate giornalistiche. Oggi l’inviata di Tagadà, programma pomeridiano di La7 ha parlato di un nuovo cluster scoppiato a Treviso nel giro di pochissime ore con 96 persone positive, superando addirittura il focolaio di Vò. Non è assolutamente vero!»

E’ furibondo il sindaco della Marca Mario Conte, dopo l’ennesima diffusione di notizie stampa che, a sua informazione, non corrispondono a verità. «A Vò i casi sono 90 nel territorio comunale, a Treviso sono 96 in tutta la provincia: 25 di questi sono ricoverati all’ospedale Ca’ Foncello (che è a Treviso e non può essere altrove!) e la situazione è circoscritta ad un reparto, quello di Geriatria» scrive su Facebook.

«Ora basta, valutiamo con la nostra Avvocatura civica la possibilità di tutelare nelle sedi opportune l’immagine della Città di Treviso – conclude Conte – L’informazione deve essere fatta in maniera puntuale e non basandosi su sensazionalismi, generando paure e danni enormi».

Tags: ,