«Inquinamento in cantiere: Rucco non ha voluto Arpav»

Colombara, consigliere comunale di opposizione a Vicenza, ha presentato un’interpellanza sul caso dell’ex corte Pellizzari

«Arpav ha messo a disposizione per ben due volte, fin da novembre, le proprie competenze all’amministrazione Rucco. L’amministrazione non ha mai ritenuto di doversene servire. Perché non l’ha fatto? Questo è molto grave. L’Amministrazione comunale, in seguito ai rinvenimenti di inquinanti, era già stata richiamata al dovere di intervenire e non ha mai agito. Si attivi immediatamente per un controllo serio, con caratterizzazione del sito, indagini e campionature, avvalendosi dell’intervento dell’ente regionale».

Raffaele Colombara, consigliere comunale di opposizione a Vicenza, torna sul caso del cantiere dall’ex corte Pellizzari, presentando un’interpellanza: «Alcuni mesi fa avevo presentato un esposto ad Arpav in merito a quanto stava accadendo presso la ex corte Pellizzari a San Felice dove è in costruzione un nuovo supermercato, dove erano in corso operazioni di rimozione di inquinanti (amianto), e dove avevamo denunciato la presenza di mezzi per l’aspirazione di liquidi, tutti fatti documentati e sui quali l’Amministrazione comunale ha sempre rassicurato senza mai però portare dati a sostegno e, soprattutto, senza prescrivere indagini ed analisi come peraltro suggerito dai suoi stessi uffici» spiega in una nota.

«È arrivata in questi giorni la risposta di Arpav la quale dice due cose interessanti, e gravi: di essere stata sollecitata ad intervenire due volte ed in periodi diversi, già a partire dallo scorso autunno, anche da privati cittadini; più rilevante, a seguito di ciò di aver messo a disposizione per ben due volte la proprie competenze al Comune – rivela Colombara – Quel che è grave è che a distanza di cinque mesi ad oggi non risulta che il Comune abbia ritenuto utile servirsi di Arpav. Per quale ragione non l’ha fatto?
Nel frattempo il cantiere è proseguito – e conclude – L’Amministrazione continua poi a non rispondere all’altra vera domanda: come fa a dire che è tutto a posto, se non è mai stata fatta una indagine del suolo?».

 

 

Tags: ,