AbbVie aderisce a ‘M’illumino di meno’ e pianta 10 alberi

Roma, 6 mar. – (Adnkronos) – L’azienda biofarmaceutica AbbVie Italia partecipa anche quest’anno a “M’illumino di meno”, giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili, ideata nel 2005 da Caterpillar e Rai Radio2 e dedicata nell’edizione 2020, in programma oggi 6 marzo, all’obiettivo di accrescere il numero di alberi e piante, il verde intorno a noi, per invertire il cambiamento climatico e frenare il riscaldamento globale. Per questo, l’azienda mette a dimora 10 nuovi alberi tra cui querce, aceri ed eucalipti che andranno ad aggiungersi al piccolo del proprio sito produttivo di Campoverde di Aprilia.
Con la partecipazione a iniziative come queste “intendiamo riaffermare il nostro impegno per la riduzione dell’impatto ambientale e il risparmio energetico che rivestono per AbbVie primaria importanza – dichiara il direttore del polo produttivo AbbVie Italia, Daniela Toia – A testimoniarlo i risultati raggiunti nel nostro stabilimento, con oltre il 90% di autoproduzione dell’energia elettrica negli ultimi 6 anni e una riduzione dal 2012 del 10% del consumo di energia. Dal 2015 al 2019, nonostante un aumento della produzione, abbiamo abbattuto del 15% le emissioni di anidride carbonica, grazie all’effetto congiunto di progetti mirati all’efficienza energetica, l’adozione di processi produttivi ad alta tecnologia e una gestione integrata dell’energia e dell’ambiente nel nostro sito produttivo”.
“Guardando al futuro, in un’ottica di miglioramento continuo – spiega quindi la responsabile del polo produttivo – abbiamo in corso, anche in collaborazione con università e centri di ricerca, diversi studi e progetti per ulteriori interventi nel campo delle nuove tecnologie per il risparmio energetico, come ad esempio le reti a intelligenza artificiale”.
Il tutto, aggiunge Fabrizio Greco, amministratore delegato di AbbVie Italia, “si inquadra in uno sforzo più ampio messo in campo da AbbVie volto a minimizzare l’impatto ambientale, sia nell’approvvigionamento delle materie prime che nella produzione e distribuzione dei prodotti. Impegno che si traduce anche in iniziative e campagne di sensibilizzazione e informazione rivolte ai dipendenti e alle comunità sul territorio”.
Dal 2005, il sito italiano AbbVie ha dimezzato l’utilizzo di acqua di falda, zero rifiuti inviati in discarica e 85% destinato al recupero.
“Si tratta di un impegno declinato a 360 gradi – osserva Fabrizio Greco – che si arricchisce ogni giorno di nuovi tasselli, grazie anche al diretto coinvolgimento dei dipendenti. Diverse le campagne mirate all’interno dell’azienda per favorire l’adozione di comportamenti corretti, come ad esempio in tema di risparmio energetico, di riduzione e riciclo dei rifiuti”.
AbbVie si è dotata inoltre di un’auto elettrica per disbrigo dei servizi generali e sono disponibili in azienda colonnine per la ricarica gratuita dei veicoli elettrici per i dipendenti.
Nell’ambito poi delle proprie attività di responsabilità d’impresa, AbbVie supporta l’iniziativa #accendiamoilrispetto realizzata nelle scuole dalla squadra pontina Top Volley che gioca nella SuperLega. Giunto al quinto anno il progetto, divenuto nazionale, punta a sensibilizzare i giovani al rispetto a tutto campo, vale a dire nei confronti delle persone e dell’ambiente.
L’iniziativa, che si avvale anche del patrocinio della Polizia di Stato, ha coinvolto finora più di 10.000 studenti e ha come obiettivo il contrasto e la prevenzione del bullismo e cyberbullismo. Nel contempo si propone, grazie anche alla partecipazione agli incontri dei tecnici di AbbVie in tema ambiente e sicurezza, di diffondere tra i giovani le buone pratiche per la ridurre l’impatto ambientale e favorire il risparmio energetico.