Cinese preso a bottigliate nel Vicentino: Le Iene incontrano l’aggressore [VIDEO]

Le versioni del ragazzo italiano e di quello cinese sono molto diverse

Nicolò De Devitiis, inviato de Le Iene, ha incontrato il giovane che qualche giorno fa in un bar nel vicentino ha spaccato una bottiglia in testa ad un ragazzo cinese. «Il razzismo non c’entra, lui è entrato nel locale, che era chiuso, e ha insultato la barista: le ha detto “pu….a”, io sono intervenuto per difenderla. Io sono fascista ma non razzista. Uno straniero che entra nel mio paese deve portarmi rispetto», afferma.

Diversa la versione dell’aggredito: «Sono entrato e la barista mi ha detto di uscire perché sono cinese e ho il coronavirus. Io ho risposto che sono in Italia da 10 anni e quel ragazzo mi ha detto “cosa vuoi? Torna in Cina”. Poi mi ha rotto la bottiglia in testa, sono uscito e lui ha proseguito a colpirmi». De Devitiis è riuscito a far incontrare i due che, dopo un inizio che sembrava portare al peggio, sono riusciti almeno a stringersi la mano.