Coronavirus, Costa: “Restiamo uniti, il coraggio deve prevalere”

Roma, 9 mar. – (Adnkronos) – “La notte non è mai infinita, e più è scura, più l’alba sarà luminosa. Questo virus malefico insidia i nostri cari, le nostre famiglie e si insinua nei rapporti sociali e nelle abitudini quotidiane con subdola violenza. La preoccupazione diventa cifra delle nostre giornate e la paura a volte sembra attanagliare la nostra mente. Ma avere paura è normale. Non dobbiamo esorcizzarla, ma prenderne consapevolezza e agire”. Lo scrive su Facebook il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, in merito all’emergenza che sta attraversando il paese.
La paura, aggiunge Costa, “ha un antidoto che si chiama coraggio. Il coraggio di prendere con decisione in mano le redini della nostra vita e di chi ci circonda ed è più fragile di noi. I nostri figli e nipoti e i nostri anziani. Il coraggio si manifesta con comportamenti rigorosi e attenti. Con il rispetto delle indicazioni fornite dalle autorità sanitarie. Con il senso di unità nazionale che ci deve unire sempre. E deve prevalere. Per una volta, almeno per una volta, dimentichiamo le distanze partitiche. Le diverse sponde di pensiero e le antitesi tra chi la pensa in modo e chi in un altro. Per una volta rimaniamo uniti e compatti”. 
“Dimostriamo al mondo intero e a noi stessi – continua Costa – che siamo orgogliosamente italiani. Che siamo pronti a qualunque sacrificio per salvaguardare il bene collettivo e i nostri cari. Che siamo un esempio di amore reciproco e di rispetto. Si perché l’amore per chi amiamo è la molla che ci spinge a non fermarci. E a riscoprirci quel meraviglioso popolo di solidarietà condivisa che in ogni frangente tragico ci ha contraddistinto. Costruiamo reti di solidarietà operativa e aiutiamoci senza quell’insana isteria che mina i rapporti e li annienta”.
“Noi siamo italiani, popolo d’amore e di impegno. E come se vi guardassi negli occhi e, condividendo intimamente le vostre difficoltà, la paura che rischia di contagiarci al pari del virus, oggi ancora più di ieri chiedo di fare appello al nostro essere italiani. Virtualmente vi abbraccio con fierezza, commozione e forza. Oggi, ancora più di ieri, mi sento italiano”, scrive Costa che conclude il post con l’hashtag #noitalianicelafaremo.