Asolo, appello del sindaco-infermiere: «Basta superficialità, state a casa»

«In prima linea da settimane per assicurare assistenza a chi ne ha bisogno ma solo assieme ne usciremo più forti di prima»

Mauro Migliorini, sindaco di Asolo, ha pubblicato un post su Facebook facendo un appello ai suoi concittadini e non: «Io e mia moglie Cristina, siamo infermieri – scrive -. Come migliaia di altri operatori sanitari, in queste settimane siamo “in prima linea” per assicurare assistenza ai cittadini che ne hanno bisogno, ma anche per contenere la diffusione del #Covid19 – #Coronavirus. Ci permettiamo di rubarvi pochi secondi della vostra attenzione.
👉 Vi chiediamo aiuto per far comprendere a chi non vuole capire che è essenziale rispettare poche e semplici regole, che vi alleghiamo.
👉 Vi chiediamo di aiutarci a far capire che chi ha febbre e tosse DEVE starsene a casa. NON deve recarsi né in ambulatorio, né in Pronto soccorso, né in guardia medica. Telefoni al proprio curante, o ai numeri d’emergenza istituti dal Ministero, dalla Regione e dall’Ulss.
👉 Contatti il 118 in caso di emergenza sanitaria.

«Se volete aiutarci e aiutare a limitare la diffusione dell’epidemia, RISPETTATE le indicazioni e le prescrizioni del Ministero della Salute. Abbiamo bisogno di responsabilità e non di superficialità e STATE A CASA. Un abbraccio, da più di un metro di distanza, assieme ne usciremo più forti di prima», conclude chiedendo di condividere il più possibile il post.

Tags: ,