Zaia: «Applicheremo nuove misure con rigore». Fontana: «Ha prevalso buon senso»

Il presidente del Veneto: «La miglior cura contro il virus siamo noi stessi col nostro senso civico». Il governatore della Lombardia: «Sacrifici di oggi necessari per ripartire domani»

«Applicheremo le nuove misure appena annunciate dal premier Conte con rigore, e andremo quanto prima al confronto con le imprese e col mondo produttivo per verificare e concordare modi di applicazione dei provvedimenti e le conseguenze». Queste le parole del presidente del Veneto Luca Zaia subito dopo il discorso di Conte. «In Veneto siamo impegnati h24 nella difficile opera di contenere la diffusione del virus. Tutti i nostri sforzi vanno in questa direzione. Qualsiasi misura di ulteriore contenimento ci vede dunque assolutamente a favore e la condividiamo. Ma fondamentale, ripeto, è la collaborazione dei cittadini. Non mi stanco di ripetere che la prima e più importante misura resta il rimanere a casa, evitare assembramenti, proteggere coi nostri comportamenti i più deboli e chi ha la salute più fragile della nostra. La miglior cura contro il virus siamo noi stessi col nostro senso civico. Sono certo che i veneti, col loro senso di responsabilità, sapranno essere al nostro fianco quando chiederemo loro di interpretare le norme con la maggiore severità possibile».

Il presidente della regione Lombardia Attilio Fontana ha commentato: «Ha prevalso il buon senso. Il Coronavirus si può contrastare solo con misure rigorose. Sono certo che non solo i lombardi, ma tutti gli italiani, valuteranno positivamente questo provvedimento. Con la consapevolezza che i sacrifici di oggi sono necessari per ripartire più forti domani».

Tags: