Elezioni regionali e comunali, si va verso il rinvio

L’ipotesi avanzata nella bozza del decreto legge a causa dell’emergenza Coronavirus

Nella bozza del decreto legge si ipotizza, tra le altre cose, un rinvio delle elezioni regionali e comunali a causa dell’emergenza Coronavirus. Il governo sarebbe intenzionato ad intervenire sul mandato degli organi elettivi che scade entro il 31 luglio 2020 e prorogare di tre mesi. Le regioni che subirebbero questo spostamento, oltre al Veneto, sono la Liguria, Toscana, Marche, Campania e Puglia. Rinvio ipotizzato anche per le comunali. In questo caso si parlerebbe di «una domenica compresa tra il 15 ottobre e il 15 dicembre». Diversi i comuni veneti chiamati alle urne, tra questi Venezia.

Anche il referendum confermativo sul taglio dei parlamentari potrebbe subire uno slittamento: la probabilità che venga svolto nel 2021 anzichè entro maggio come stabilito dall’ultima proroga del governo è molto alta.

Fonte: Adnkronos

(ph: shutterstock)