Padova: i “gemellati” cinesi inviano 300mila mascherine

Il sindaco Giordani aveva fatto sentire la vicinanza della città del Santo quando era Guangzhou ad essere “zona rossa”

«Ho ricevuto oggi una bellissima lettera del Sindaco di Guangzhou che mi ha commosso. La solidarietà tra i popoli e tra le città è un elemento imprescindibile per vincere sfide globali come questa. Grazie di cuore agli amici cinesi, un grande popolo che ci è vicino coi fatti».

Così, sulla sua pagina Facebook, il sindaco di Padova Sergio Giordani, dopo aver ricevuto un messaggio da Wen Guohui, sindaco di Guangzhou, cittadina cinese gemellata con Padova. A inizio febbraio si era trovata a far fronte all’emergenza Coronavirus e Giordani non aveva fatto mancare la solidarietà della città del Santo. Il collega del Sol levante non ha mancato di ricambiare, a parti invertite, non solo con una lettera ma inviando trecentomila mascherine e 200 termometri a infrarossi, che presto giungeranno in città.