«Grande cuore dei veneti», pizzerie portano cena nei reparti

In questi giorni difficili per l’emergenza coronavirus, difficili per chi deve chiudere il proprio negozio, per chi deve rimanere chiuso in casa, ma ancora di più per chi dorme in corsia  e casa non ci va, cioè tutti quei medici, infermieri, operatori sanitari che da quasi un mese stanno cercando di assistere tutti nei reparti ormai saturi, soprattutto quelli di terapia intensiva, il «grande cuore dei veneti», come lo ha definito il presidente del Veneto Luca Zaia, si fa vedere.

Due pizzerie, Al Tagliere – Pizza d’Asporto & a Domicilio di Legnaro (Padova) e Hotel O Scugnizzo Belluno, hanno consegnato la cena rispettivamente ai reparti di Terapia Intensiva e Malattie infettive di Padova e Piove di Sacco e personale sanitario dell’ospedale San Martino.

«Sono decine le segnalazioni che ho ricevuto di esercizi commerciali, fiorerie, ristoranti, pizzerie, che pur dovendo tener chiuso al pubblico si son dati da fare per alleviare il preziosissimo lavoro del nostro personale medico e sanitario, portando mazzi di rose, pizze o panini gratuitamente negli ospedali» ha commentato Zaia.

Tags: , ,