«Selezionare i malati da curare. Iniziativa di Zaia o di Mantoan?»

La denuncia di Ruzzante, Bartelle, Guarda (Veneto 2020) su una presunta circolare arrivata alle direzioni sanitarie

“Apprendiamo che il Direttore Generale della Sanità veneta, dott. Domenico Mantoan, ha trasmesso a tutti i Direttori Generali delle Ulss del Veneto una discussa e controversa circolare della Società Italiana di Anestesia, Analgesia, Rianimazione e Terapia Intensiva – SIARTI – contenente ‘Decisioni eticamente fondate per il trattamento dei pazienti affetti da insufficienza respiratoria grave secondaria a infezione da COVID-19‘. Vogliamo sapere se questa Circolare è stata trasmessa a insaputa di Luca Zaia, o se è stata concordata con lui e con l’Assessora alla Sanità. Decidere se curare tutti o solo qualcuno non è una scelta tecnica, ma politica”.

La richiesta viene dai consiglieri regionali del Coordinamento Veneto 2020, Piero Ruzzante (LeU), Patrizia Bartelle (IIC) e Cristina Guarda (CpV), i quali spiegano: “La Circolare contiene indicazioni per selezionare i malati di Coronavirus nel caso in cui non ci fossero abbastanza posti letto per curare tutti, e criteri di priorità; ad esempio, la possibilità di fissare un limite d’età all’ingresso della Terapia Intensiva. Sono scelte difficili, queste, alle quali nessun medico spera di trovarsi di fronte. Casi che la Politica ha il compito di allontanare il più possibile, grazie a nuove dotazioni per posti letto in Terapia Intensiva, a nuove assunzioni di personale”. “Finora sembra questa la linea seguita dalla Regione, con l’obiettivo di garantire le cure a tutti – concludono Ruzzante, Bartelle e Guarda – Ora questa Circolare sembra prefigurare uno scenario di segno opposto”.