«Neanche l’emergenza coronavirus ferma i pirati ecologici»

Zanoni (Pd) denuncia l’abbandono di rifiuti da demolizione a Vedelago, nel Trevigiano

“Neanche l’emergenza coronavirus fa perdere le abitudini incivili. Nonostante l’obbligo di restare in casa, infatti, ci sono ancora dei delinquenti che abbandonano ingenti quantità di rifiuti dove capita. È accaduto nei giorni scorsi a Vedelago, in aperta campagna: qualcuno ha scaricato cinque grossi sacchi neri dal contenuto sconosciuto, un altro, enorme, contenente lana di vetro o simile, vecchie onduline di un tetto, diverse guaine di catrame e tubi di polietilene. E per ora l’ha fatta franca. A segnalarmi l’episodio è stato un cittadino della zona, con tanto di foto che ho allegato all’esposto inviato al Sindaco: mi auguro che il responsabile venga individuato e sanzionato”.

Queste le parole del Consigliere regionale del Partito Democratico Andrea Zanoni che si appella ai residenti: “Molto probabilmente è qualcuno della zona, perché con il divieto di uscire è molto elevato il rischio di essere fermati, controllati ed eventualmente sanzionati. Sono sicuro che non hanno fatto molta strada. Invito chiunque abbia visto qualcosa a segnalarlo al Sindaco, tra l’altro, considerata la quantità dei materiali, hanno utilizzato un mezzo di trasporto capiente, come un camioncino o furgone. Bisogna combattere certi comportamenti incivili, che danneggiano tutti e indignarci esattamente come se avessero abbandonato i rifiuti nel nostro giardino”.

È veramente desolante vedere il menefreghismo di alcuni – conclude Zanoni – a maggior ragione in questi terribili momenti. L’emergenza coronavirus mostra ogni giorno come siamo tutti fragili e proprio per tale motivo si rende necessario fare squadra, con più senso civico e rispetto per gli altri e per l’ambiente. Purtroppo c’è ancora chi non l’ha capito, e agisce in modo così spregevole e odioso”.

Tags: ,