Paziente 1 è guarito e torna a casa: «Ho tenuto duro per mia figlia»

Mattia, 38 anni, era stato ricoverato in gravi condizioni a Codogno il 21 febbraio scorso. Dopo quasi un mese ritorna a
casa ed è ufficialmente guarito: «Respira da solo» ha detto, annuncia a Repubblica Raffaele Bruno, primario di malattie infettive del policlinico San Matteo di Pavia. «Lo abbiamo appena staccato anche dall’ultima macchina. Finalmente posso dirlo: sta guarendo. Ora piange perché è felice: sa che la vita gli ha regalato il tempo per veder nascere la sua prima figlia».

«Ho tenuto duro perché sto per diventare papà. Mentre avevo il tubo nella trachea ho pensato che
se fossi stato solo, avrei mollato. È la vita degli altri a trascinarci avanti».

«Abbiamo isolato – annuncia intanto il primario del San Matteo – gli anticorpi prodotti dai primi contagiati nel Lodigiano. Il loro plasma, come già in Cina, aiuterà a salvare molte vite».

Tags: