Pd Venezia: «Cercasi Brugnaro e la sua giunta: spariti nel nulla»

Il Pd di Venezia attacca: «In questa difficile fase di emergenza hanno del tutto abdicato al proprio ruolo confermando la loro inadeguatezza»

«Molti sindaci in giro per l’Italia stanno interpretando al meglio il ruolo cui i cittadini li hanno destinati, coordinando i servizi e garantendo una presenza continua e informazioni sempre aggiornate, utilizzando tutti i mezzi a disposizione. Purtroppo non è il caso di Brugnaro». Inizia così la nota del Partito Democratico di Venezia che attacca sindaco e giunta di colpevoli, secondo i dem, di essere «letteralmente scomparsi dalla scena lasciando i cittadini in balia di una mancata programmazione dei servizi che guardi al bene della collettività».

Il Pd elenca tutte le cose che secondo loro non stanno funzionando: «Il sito del Comune si limita a riportare i decreti governativi e le ordinanze regionali, senza dare alcuna specifica informazione utile ai cittadini. I problemi legati ai tagli delle corse del trasporto pubblico, che il PD ha subito segnalato proponendo dei correttivi, sono ancora evidenti, penalizzando coloro i quali devono ancora recarsi al lavoro, in particolare chi lavora nei servizi essenziali. Lo smart-working è stato attivato per i dipendenti comunali solo con grande difficoltà e ritardo e dopo le prese di posizione delle organizzazioni sindacali, i dirigenti del Comune e quelli delle aziende partecipate sono stati lasciati totalmente soli, senza alcun coordinamento, senza direttive. Un servizio fondamentale, come la consegna della spesa a domicilio ad anziani e disabili, è stato messo in campo da volontari, senza che l’Amministrazione facesse alcunché, anche solo per coordinare le iniziative. La proposta PD di attivare un numero di telefono specifico per dare assistenza ai cittadini non è stata neppure presa in considerazione».

E fa paragoni con le altre città: «A Milano per agevolare i lavoratori pendolari è ancora garantito il 70% dei servizi di trasporto, mentre a Padova il Comune ha messo in campo una serie di iniziative, ben visibili sul sito istituzionale, per andare incontro alle esigenze dei cittadini, in particolar modo di chi vive situazioni di fragilità, come ad esempio la spesa a domicilio per gli anziani e nuovi progetti per adattare i servizi sociali alla situazione attuale».

«Ancora una volta, purtroppo, dobbiamo prendere atto della totale inadeguatezza di Brugnaro e della sua Giunta ad amministrare un territorio complesso e straordinario come quello del Comune di Venezia. Se non può fare qualche inutile passerella, il Sindaco si eclissa e in questa difficile fase di emergenza ha purtroppo del tutto abdicato al proprio ruolo: chiediamo che almeno si ascoltino le proposte che arrivano dalle forze politiche e dai cittadini. In simili momenti è importante sentirsi uniti, essere comunità. Noi del Partito Democratico ci siamo. Il Sindaco e la sua Giunta fantasma battano un colpo», conclude la nota.

(ph: imagoeconomica)

Tags: ,