Amadeus: «Stemo a casa, che xe mejo»

Il popolare presentatore veronese ha inviato al sindaco Sboarina un video-appello ai ragazzi

In tempi di contatti virtuali e lotta al Coronavirus, la solidarietà viaggia online. Lo dimostra il video del presentatore Amadeus, che ha inviato al sindaco un suo videomessaggio rivolto ai veronesi. Reduce dal successo dei picchi di ascolto di Sanremo, il volto noto della televisione ha messo a disposizione la
sua popolarità per arrivare nelle case dei cittadini. “Ciao Verona, come tutti a casa – dice Amadeus -. Il mio vuole essere un saluto alla città, sapete che ci sono cresciuto, ci vivono i miei genitori, mio
fratello e i miei nipoti. Voglio fare un appello accorato a tutti i veronesi: rimanete a casa, è l’unica arma che abbiamo per sconfiggere il Coronavirus. Mi rivolgo ai giovani, da ragazzi è più difficile restare a casa, ma è fondamentale perché anche i ragazzi rischiano, il virus contagia anche loro”.

E, con il suo stile brillante, Amadeus ha voluto chiudere il video con l’appello in dialetto veronese. Il video è stato rilanciato da Federico Sboarina, che ha ringraziato il concittadino.

Grazie Amadeus.Un bellissimo messaggio per tutti i veronesi.Mi fa un grande piacere la sua vicinanza alla nostra e sua città.#iorestoacasa#insiemesipuó#sindacosboarina

Publiée par Sboarina Sindaco sur Samedi 21 mars 2020